Fermati un momento!

Fermati un momento!

Fine d’anno, tempo di bilanci

Bilancia

Per molti la fine dell’anno è tempo di frenesie festaiole, se non di agitazione da performance: fare acquisti, impacchettare regali, correre di qua e di là tra negozi traboccanti di cose colorate e strade ingombre di auto in coda sotto le luminarie, fare la spesa per vari pranzi e cene, allestire, cucinare, preparare il teatrino che ogni anno si ripresenta e andare in scena!…
Per molti tempo di gioia natalizia, dopo aver atteso per settimane l’arrivo simbolico di Ciò che dà pienezza alla loro vita.
Per molti altri tempo di tristezza, perché la felicità che li circonda, sia essa reale o pura apparenza, sottolinea ancora di più che manca loro qualcosa, qualcosa di bello, di piacevole, che dia senso e pienezza alla propria vita, manca serenità, pace, allegria…
Per gli studenti tempo di vacanza di metà anno, ma qualcuno non se la gode, già preoccupato del nuovo inizio delle lezioni.
Per qualcuno tempo di divertimento, magari sulla fresca neve di montagna, valanghe permettendo…
Per molti tempo di mangiate straordinarie, in case ben riscaldate, per altri tempo freddo, troppo freddo perché bastino scatole di cartone per coprirsi vicino ai muri della Metropolitana, per fortuna esistono mense dove si riesce a rimediare un piatto caldo, gratis…
Per le aziende queste ultime settimane sono state tempo di bilanci. Per le Scuole e i Servizi educativi le somme si tireranno alla fine dell’“anno sociale”, nei mesi di giugno e luglio, quando molti fremeranno nel caldo estivo, nell’attesa di “staccare la spina”, di prendersi una meritata pausa, di interrompere le normali attività quotidiane, i normali programmi settimanali, dedicarsi ad altro, o semplicemente riposarsi.
Dunque prima o poi, con una talvolta disorientante regolarità, tutti ci ritroviamo a fare i conti con la realtà.
Può valer la pena farlo di proposito, ogni tanto, fermarsi un attimo e guardare indietro…

Leggi il seguito

Stare bene in 5 minuti

Stare bene in 5 minuti

Descrizione di una semplice tecnica per recuperare benessere ed energia

sveglia

Nella nostra epoca sempre più veloce non c’è molto spazio per la lentezza. Indaffarati e di fretta, siamo orientati verso la meta senza riuscire a cogliere i dettagli del paesaggio che ci corre davanti agli occhi. Ogni luogo della terra è ormai facilmente raggiungibile, grazie a mezzi di trasporto sempre più alla portata e alla possibilità di compiere viaggi virtuali attraverso la rete. Anche mangiare non può essere un impedimento per chi desidera correre, così è stato inventato il fast food, un veloce rifocillarsi, cui si sono contrapposti i filosofi dello slow food, che invitano a recuperare un rapporto con il tempo più a misura d’uomo almeno a tavola, insieme a quanti fanno un elogio della lentezza per tentare di recuperarla.

L’uomo moderno desidera ottenere il più possibile in tempi ristretti e con facilità, secondo il famoso slogan “tutto e subito”, anche laddove occorrerebbe impegno, costanza e pazienza, virtù che molti uomini di oggi hanno lasciato ai loro nonni.
Secondo questo modo di vivere, anche per stare bene non ci si può permettere il lusso di perdere troppo tempo!…

Leggi il seguito