Luciano Cirino2Chi sono

Sono uno psicologo specializzato in psicoterapia e sono interessato all’espressione umana in tutte le sue forme: il suo atteggiamento, il suo comportamento, il suo modo di relazionarsi e di comunicare, verbalmente e non verbalmente, attraverso la creatività, l’arte, la spiritualità. Il mio più profondo desiderio è aiutare le persone ad essere felici, ovvero vivere una vita piena, secondo le proprie più profonde aspirazioni.

OrientarsiDi che cosa mi occupo

Mi piace l’idea di fare da “navigatore”: aiutare le persone ad individuare le proprie mete, i propri obiettivi, ad orientarsi nel percorso per raggiungerli e a superare gli ostacoli che si incontrano.

La mia caratteristica distintiva è l’interesse per l’espressione creativa ed artistica come aspetto peculiare dell’essere umano e come utile strumento per migliorare la qualità di vita.

Gestisco uno Studio Privato

  • Consulenza
  • Sostegno psicologico
  • Psicoterapia
  • Individuale
  • Di coppia
  • Di gruppo

Collaboro con Servizi socio-educativi

  • Consulenza
  • Formazione e supervisione operatori
  • Conduzione gruppi di utenti e familiari

Conduco gruppi di Training Autogeno

Propongo incontri pubblici e corsi, tra psicologia e arte

  • Conferenze e incontri di promozione della salute e del benessere psicologico
  • Corsi di educazione all’arte e alla musica
  • Promozione e sviluppo della creatività
  • Arteterapia

Scarica la mia brochure:

Pieghevole esterno Studio CirinoPieghevole esterno Studio Cirino

Pieghevole interno Studio CirinoPieghevole interno Studio Cirino

 

 

 

 

 

LibriLa mia formazione

Mi sono laureato in Psicologia all’Università degli Studi di Padova, con la discussione della tesi L’atteggiamento artistico tra creazione e fruizione.

Mi sono poi specializzato in Psicoterapia secondo l’approccio dell’Analisi Transazionale presso il Centro di Psicologia e Analisi Transazionale di Milano.

Parallelamente una serie di conferenze, giornate di studio, convegni sulla teoria e pratica psicologica, sulla gestione dei Servizi sociali, sull’arte e la spiritualità hanno contribuito a “dare forma” al mio pensiero e alla mia attività professionale.

Allo stesso modo sono stati punti di riferimento per la mia maturazione personale e professionale molte persone (insegnanti, filosofi, artisti) incontrate personalmente o tramite le loro opere.

bagaglioLe mie competenze professionali

Nelle mie attività ho utilizzato e sviluppato competenze nella conduzione del colloquio individuale e dei gruppi (capacità di instaurare una relazione empatica, di definire la domanda, di far emergere opinioni e vissuti ed individuare risorse e ipotesi di soluzione).

Inoltre ho maturato una vasta esperienza nell’elaborazione e nel monitoraggio dei Progetti, individuali o delle organizzazioni (definizione di obiettivi, contenuti e modalità operative).

Infine, partendo dalla mia passione per l’arte ed in particolare per la musica, ho sviluppato ed utilizzato tecniche di tipo corporeo-espressivo.

LampadinaIl mio pensiero

Credo fermamente che ogni uomo è naturalmente orientato verso il benessere, anche se a volte si comporta in modo esattamente contrario, come a rispondere ad una sorta di “istinto di morte”, ampiamente analizzato da tanti eminenti autori, a partire da Sigmund Freud.

Quando alcune circostanze provocano uno squilibrio si mette in moto un sistema di segnali sempre più intensi, dal semplice fastidio al dolore acuto, che spingono l’uomo a prendersi cura di sé, nel tentativo di eliminare questi sintomi e ritrovare una condizione piacevole.

Questo meccanismo si verifica anche nelle relazioni umane: l’uomo è un “animale sociale” che ha appreso e compreso che il proprio benessere è intimamente legato al benessere degli altri componenti del gruppo. L’uomo è dunque sensibile ai segnali dei suoi simili, risuona del dolore altrui, tanto più quanto più è affettivamente vicino, pertanto tende normalmente a rivolgergli attenzione. È un modo di salvaguardare contemporaneamente il benessere di una intera comunità e di ogni singolo componente: un gruppo gode di buona salute se i suoi membri stanno bene, così come ogni componente di una comunità è più protetto e ha più opportunità di stare bene in una comunità sana.

Anche qui si potrebbe obiettare che spesso l’uomo si muove seguendo uno stile egoista, comportandosi con indifferenza o addirittura ostilità nei confronti degli altri. Insomma la naturale tendenza a stare bene, prendersi cura di sé e degli altri spesso viene compromessa da circostanze interne o esterne: in questi casi l’uomo sembra muoversi in senso contrario rispetto alle proprie necessità e a quelle dei suoi simili.

Il dolore e la sofferenza, fisica e/o psicologica, sono i sintomi di questa difficoltà e sono in fondo un segnale che il meccanismo non è ancora rotto completamente: funzionano almeno i campanelli d’allarme, il cui segnale è sempre più forte, fino ad essere insopportabile. Il loro messaggio è perentorio: devi curarti!

Il mio atteggiamento nei confronti di chi si rivolge a me è contraddistinto da un forte orientamento etico: sono convinto che chiunque possiede conoscenze e competenze utili, una “parte sana” cui è possibile fare riferimento per individuare la strada per soddisfare le proprie esigenze, ovvero stare bene.

I miei spiccati interessi artistici, coltivati in particolare nel campo musicale, hanno contribuito a favorire una personale attitudine verso una visione positiva della realtà e delle potenzialità espressive dell’Uomo e verso una creativa risoluzione dei problemi, che possono essere trasformati in progetti, attraverso una pianificazione di obiettivi personali e relative modalità per raggiungerli.

cropped-Logo-5.jpgAttraverso questo sito, il cui nome gioca sulle parole Cura e Arti, intendo sottolineare l’importanza di non dimenticarci di prenderci cura di noi stessi, dedicarci tempo, spazio, attenzione e individuare ciò che più ci fa stare bene, le cose che ci appassionano e che ci danno nutrimento, magari un campo d’azione privilegiato. Desidero mettere le mie conoscenze e competenze a disposizione di quanti vivono difficoltà personali e relazionali e hanno bisogno di qualcuno che si prenda cura di loro per recuperare la capacità di prendersi cura di sé.