Fotografia, che passione!

Fotografia, che passione!

Il 19 agosto ricorre la Giornata Mondiale della Fotografia.

Sono passati quasi duecento anni dalla nascita di questa Arte (1839), la cui invenzione costituisce una vera e propria rivoluzione, a livello culturale, sociale e psicologico, anche perché fu la base per la successiva nascita della cinematografia, che in ultima analisi “non è altro che” una sequenza di immagini che danno l’illusione del movimento.

Inizialmente attività di élite, la Fotografia divenne una attività sempre più alla portata del grande pubblico, con la costruzione di macchine fotografiche sempre più piccole, maneggevoli, meno costose e di facile utilizzo.

Ma la grande svolta si è verificata con l’avvento della Fotografia digitale. La possibilità di fare a meno del famoso rullino, poter vedere in tempo reale le immagini scattate in un piccolo schermo, poterle scaricare in un PC e rivederle senza bisogno di stamparle o cestinare senza problemi ha aumentato esponenzialmente il numero di “scatti”.

Con l’avvento degli smartphone, che ormai hanno funzionalità di alto livello, quasi paragonabili a quelle di macchine fotografiche professionali e la possibilità di accedere liberamente a programmi e applicazioni dedicate all’archiviazione, al montaggio, al fotoritocco e all’editing grafico possiamo dire che la Fotografia è alla portata di tutti.

Ogni giorno vengono scattate migliaia di foto. Possono essere foto ricordo di eventi, reportage di viaggi, foto artistiche con i più diversi soggetti (ritratti, nudi, fiori, piante, animali, panorami, monumenti… ), foto da “postare” sui social, i propri amici o i piatti dell’ultima serata al ristorante, selfie, foto professionali, da usare in grandi cartelloni pubblicitari o sulle copertine dei libri, foto da stampare e incorniciare per il prossimo regalo…, foto da trasformare in puzzle o da immortalare su un cuscino o una t-shirt…

Fotografia di una bambinaSiamo letteralmente invasi da fotografie, immersi in un oceano che ognuno di noi contribuisce ad alimentare, a prescindere dal nostro essere dilettanti o esperti, semplici amatori o veri e propri artisti.

Ogni fotografia rappresenta un mondo: ciò che rappresenta e chi l’ha scattata. È una vera e propria espressione di sé, del proprio modo di vedere e inquadrare il mondo, di apprezzare un particolare piuttosto che un altro e i suoi colori, dei propri gusti estetici o anche dell’indifferenza per il gusto…

Credo che più di ogni altra Arte sia una preziosa opportunità per fare qualcosa di bello e dire qualcosa di sé al mondo, per la estrema facilità di utilizzo dei mezzi e per l’eccezionale resa nei risultati ottenuti.

A ciò d’altra parte è dovuto il successo dei social network e in particolare di Instagram, vera e propria vetrina fotografica, una sorta di Carta d’Identità dinamica, costantemente aggiornata, esteticamente intrigante.

E tu? Ami scattare foto? Ti piace riguardarle o condividerle? Qual è il tuo genere preferito?

Insomma: di che fotografia sei?

Luciano Cirino

Lascia un commento